Sostieni il nostro crowdfunding!

Aiutaci a sostenere Nessuno Fuorigioco: ci manca poco per raggiungere la quota di 2500€ attraverso il nostro crowdfunding!
Sostienici con una piccola donazione qui: https://www.produzionidalbasso.com/pdb_3965.html e condividi con i tuoi amici. Solo così riusciremo a portare i nostri ragazzi per il secondo anno consecutivo al ritiro estivo di Cantalupa (TO): qualche giorno tutti insieme nei boschi a preparare la nuova stagione calcistica, per essere sempre più squadra, sempre più noi.

Grazie!

Annunci

Nessuno Fuorigioco e il Consiglio d’Europa a Venezia

foto di gruppo per la giornata Nessuno Fuorigioco a Venezia

A Venezia, sul campo del Pierluigi Penzo, con tutte le squadre della giornata “Nessuno Fuorigioco”

La foto che vedete qui sopra in apertura di post è una delle mille che abbiamo scattato nella nostra recente gita a Venezia, su invito del Consiglio d’Europa.

Siamo stati invitati a partecipare alla Festa dell’Europa, una manifestazione che celebra l’Unione Europea all’inizio di maggio di ogni anno, per ricordare a tutti noi che prima di essere italiani, spagnoli, romeni, francesi o chissaché, siamo europei. Facciamo tutti parte dello stesso arco di stelle che negli anni si arricchisce di nuovi paesi.

L’invito ci è giunto particolarmente gradito, perché ha riconosciuto il lavoro importante di integrazione che Nessuno Fuorigioco attraverso il calcio e la New Team (presente al completo con le due formazioni esordienti maschi e femmine e quella dei pulcini) cerca di portare avanti: sono stati poi così gentili con noi da dedicare l’intero pomeriggio del 9 maggio al nostro progetto, chiamandolo proprio “NESSUNO FUORIGIOCO”.

E così i nostri bambini hanno potuto calcare il prato di un vero stadio, il Pierluigi Penzo (o Sant’Elena, dipende come siete abituati a chiamarlo) di Venezia: un’arena che fino a pochi anni fa ospitava partite di Serie A e che, per un giorno, ci ha visti in calzoncini e magliette colorate (tutti mischiati) di fianco a bambini veneziani,  agli adulti profughi di Liberi Nantes, ai rappresentanti delle istituzioni, ad alcune vecchie glorie calcistiche locali come Paolino Poggi (ancora nei cuori della parte granata dello staff New Team) e Marangon (che ancora lancia al volo d’esterno in un modo che a momenti ci commuoviamo tutti).

E’ stata una gita difficile da organizzare, da gestire, con 18 adolescenti da portare in giro che si sono però sciolti di fronte alla bellezza di Venezia, di una città senza macchine in cui, a loro dire, attraversare la strada non è più un problema.

E’ stata un’esperienza importantissima per tutti noi, per fare conoscere il progetto all’esterno della nostra realtà locale, per istituire collaborazioni ed amicizie con altre realtà che vedono nel calcio un veicolo di integrazione, per fare stare insieme i nostri ragazzi.
E’ stata possibile grazie a tutti voi azionisti, che avete in parte contribuito a farci salire su quel bus.

Ricomincia il campionato

Il campionato primavera/estate riparte per tutte le squadre della New Team. Pulcini, esordienti maschi ed esordienti femmine. Per le prime 5/6 partite giocheremo sempre in casa, sempre insieme, grazie anche alla comprensione dei nostri amici della lega UISP che ci hanno aiutato per alcune oggettive difficoltà organizzative 😉

Sabato 9 marzo, ore 15, vi aspettiamo tutti al campo Regaldi di via Claudio Monteverdi 4 a Torino .-)

Ultimi aggiornamenti e grandi, grandissime, novità ;)

Amici di Nessuno Fuorigioco e della New Team, ci avviamo verso la fine del campionato invernale e la casellina vittorie della Net Team Pulcini e della New Team Esordienti sono sempre a quota zero (a dire il vero pure la casellina pareggi): ma non ci importa, abbiamo troppe novità di cui parlarvi 😉

Prima di tutto, eccezionalmente di domenica, questa domenica (27 gennaio) alle 11 ci trovate a Caselle per l’ultimo match contro il Don Bosco (via delle Fabbriche 125).

Poi, siamo lieti di dirvi che la New Team parteciperà alla Coppa Carnevale che viene indetta dalla UISP come ogni anno: vista la momentanea penuria di pulcini, ci iscriveremo con gli esordienti, e giocheremo (orari ancora da definire ma vi terremo informati) martedì 5, sabato 9 e sabato 16 febbraio.

Ma, dulcis in fundo, la super-super-super novità. In pieno rispetto del nostro nome, NESSUNO FUORIGIOCO, ecco che la New Team, udite udite, avrà la sua squadra di calcio femminile! .-)
Le atlete hanno già sostenuto il primo allenamento e parteciperanno anche loro alla Coppa Carnevale con esordio previsto tra una ventina di giorni. Sarà la prima partita delle bambine, siateci, sarà splendido per tutti.

Infine, il comunicato della lega UISP con gli ultimi risultati: Comunicato ufficiale n.16 UISP calcio a 5 giovanile del 22 gennaio 2013

Arrivederci 2012, benvenuto 2013.

Abbiamo provato a resistere strenuamente alla tentazione di fare il pistolotto del bilancio del 2012 in pubblico. Davvero. Ma non ci siamo riusciti…
Il 2012 è stato l’anno di cui tutti avevano paura sin dal lontano 2011 per via di quella cretinata della fine del mondo predetta dai Maya…qualcuno davvero ci ha creduto? I bambini della New Team si, ve l’assicuro. Erano terrorizzati!
E invece il mondo non è finito anche se i suoi abitanti non stanno messi tanto bene. Il 2012 è stato davvero un anno difficile, un anno di scelte complicate, inedite ed inattese.
Una di queste scelte inedite ed inattese è stata quella di fondare la New Team, con ogni probabilità la più strana squadra di calcio al mondo, una squadra composta prevalentemente da bambini rom romeni che vivono nei campi abusivi, siti spontanei si direbbe in politichese, di Torino nord, e da un solo bambino italiano che è indubbiamente un eroe per aver giocato con noi. Chissà quanto dev’esser stato difficile per lui essere la minoranza, condizione difficile per tutti, figuriamoci per uno che, come noi, è abituato a considerarsi la normalità, la maggioranza.
E nel 2012 la New Team si iscrive al suo primo campionato Usip, calcio a 5, pulcini: 8 partite, tutte perse.
Ma che emozione vedere i bambini prepararsi per la gara, indossare la divisa, pettinarsi con cura con un prodotto che macchia prepotentemente le magliette, mettersi in fila e aspettare che Mr.T esca per primo, poi, dietro di lui, il capitano, il portiere e dietro almeno un’altra decina di bambini. Panchina lunga per la New Team! Si giocava in 5 ma si era sempre più o meno in 13, 14. Figurarsi che 2 non potevano giocare perché troppo grandi!
Ad ogni partita il pubblico aumentava come aumentava il rumorore prodotto dal tifo, aumentava il numero di magliette con la scritta “6 Nessuno Fuorigioco” e aumentava l’affetto da parte e nei confronti dei bambini. Mi sono sempre domandato il perché di questo affetto, ma sempre sottovoce per paura di darmi una risposta che avrebbe potuto non piacermi. Ma alla fine credo di aver capito che non mi importa per quale motivo voi siate venuti la prima volta, curiosità, buonismo, “così mia madre impara!”, “ma sì andiamo a farci 2 risate”, “Timothy ci tiene tanto, dai, andiamo, solo questa volta..”
No, non me ne importa nulla del perchè siete venuti la prima volta, so che siete tornati, in tanti e tante volte, e portando sempre qualcuno con voi, che poi è tornato. E allora penso che è merito dei bambini se siete tornati, perchè sono simpatici, perché sanno farsi voler bene, perché sono divertenti e rompipalle, perché sanno creare legami, perché si ricordano di voi. Perché vi trattano come persone. E trattano come persone pure i vostri cani!
E poi che emozione vedere i bambini tifare per il loro portiere concentrato prima di un rigore, e Martin quel rigore, anche quel rigore, lo para (3 parati su 3). E vedere che qualche volta si gioca da squadra, che qualche volta ci si aiuta, qualche volta si sta ordinati in campo, che qualche volta sembra che ci sia della logica dietro a quel groviglio di bambini, maglie, parastinchi e, qualche volta in quel groviglio c’è anche un pallone. E poi che emozione vedere che il pallone, qualchequalchevolta, varca la linea della porta che non è la nostra!
8 partite, tutte perse, neppure un pareggio. Ma tutti gli avversari ci fanno i complimenti, soprattutto per il nostro comportamento. Chissà che si aspettavano!
Durante l’estate Nessuno Fuorigioco diventa un’associazione, e a settembre la New Team si iscrive a 2 campionati pulcini ed esordienti. che significa doppio impegno, doppie maglie da lavare, doppi allenamenti, doppie partite, doppie sconfitte…
Qualche bambino ci lascia perché parte con la famiglia o perché deve fare i conti con la nuova scuola, qualche bambino invece si aggiunge alla nostra squadra. Durante qualche allenamento si aggregano anche delle ragazzine che però purtroppo non vogliono tesserarsi. Purtroppo anche perché erano davvero forti! e parte anche la campagna di azionariato popolare, che continua ancora e che procede piuttosto bene. Arrivano dei nuovi dirigenti e dei nuovi tifosi e si aggiungono alla New Team anche 2 bambini italiani, uno però rimane poco tempo perché non siamo stati in grado di capirlo, di dargli ciò di cui aveva bisogno, forse confidando in una maturità che, piccolo, non poteva avere e, soprattutto, non era giusto chiedergli.
I campionati iniziano e nonostante le pesantissime sconfitte si intravedono dei miglioramenti, si vedono addirittura delle belle partite e delle azioni pensate. I pulcini fanno una fatica indicibile anche perché spesso si trovano in campo con un giocatore in meno, e perchè quel pallone è gigantescamente grande per loro. gli esordienti invece giocano e lottano e ogni tanto provano a far girare la palla, e ogni tanto ci riescono pure. Alternano prestazioni da incorniciare a giornate che si vorrebbe dimenticare…ma non ci si riesce!
Non siamo contenti quando si perde, neppure quando si perde avendo giocato bene e avendo segnato. Ed è questa la cosa più bella di questa fine 2012. Non siamo contenti quando perdiamo. Che non vuol dire che ce la prendiamo con l’arbitro, con dio, con gli avversari o che non siamo capaci ad accettare la sconfitta. No. Significa che finalmente ci stiamo togliendo di dosso quella pesante attitudine alla sconfitta,significa che vogliamo migliorare per provare se non a vincere quantomeno a non perdere.
Anzi, se devo essere sincero, la cosa più bella di questo 2012 è che anche dopo aver perso, nonostante la rabbia, nonostante la delusione, nonostante la voglia di correre sotto la doccia noi non abbandoniamo mai il campo senza correre tutti mano nella mano verso di voi facendo l’aeroplanino.
Il 2012 è stato un anno speciale per noi, difficile, faticoso ma bello, ve l’assicuro. E spiace che finisca perché non sappiamo ancora quale sarà il nostro futuro.
Ho scritto troppo, come sempre, ma vi rubo ancora un minuto. Un minuto soltanto.
Come ho avuto modo di scrivere tante volte Nessuno Fuorigioco e la New Team siete anche voi.
Che siate soci o meno, che siate venuti a vedere qualche partita oppure che ci seguiate attraverso Facebook.
Ma siete Nessuno Fuorigioco anche se siete i nostri avversari sul campo da calcio, perché è grazie a voi che possiamo giocare, imparare e crescere. Quindi grazie ai nostri tifosi ma grazie anche ai nostri avversari.

Essere l’allenatore di questi ragazzi è una cosa talmente bella da far schifosamente invidia.

Auguri, buon anno a tutti voi.

Mr. T.